Cedolare secca, quando conviene ?

I proprietari di immobili dal 2011 possono optare per la cedolare secca: se ne è parlato spesso come di un’alternativa conveniente messa a disposizione dal governo per scoraggiare gli affitti in nero: ma è sempre così?

Da quest’anno i proprietari di immobili destinati ad uso abitativo hanno la possibilità di tassare i redditi provenienti dalla locazione alla cosiddetta cedolare secca.

Ma di cosa si tratta esattamente e a chi conviene?
In pratica optando per questa soluzione la tassazione sul reddito da affitto non avviene attraverso l’applicazione delle imposte ordinarie sui redditi (ovvero con aliquote marginali crescenti fino al 43%) ma tramite un’imposta sostitutiva corrispondente al 19% del canone di locazione nel caso di contratti a canone concordato e al 21% del canone di affitto per tutti gli altri tipi di contratti.

Non è vero che la cedolare secca conviene sempre (come è stato ingannevolmente pubblicizzato):
bisogna distinguere caso per caso.https://functional-genomics.it/money-amulet-guida-attuale-2018-prezzo-recensioni-forum-funziona-dove-comprare.html

Partiamo da un concetto base: la cedolare secca conviene se fa risparmiare sull’importo delle tasse. I fattori che determinano la convenienza nel caso singolo sono il reddito e la tipologia di contratto.

Va detto inoltre che mentre la cedolare secca viene calcolata sul 100% del canone di affitto, nella tassazione ordinaria l’aliquota Irpef è basata sull’85% per i contratti cosiddetti “liberi” e al 59,5% per i contratti a canone concordato.

Altro elemento da non sottovalutare è che con l’applicazione della cedolare secca il proprietario si impegna a non aumentare il canone di affitto per tutta la durata del contratto, neppure limitatamente agli aumenti Istat ammessi per legge.

Trasformando il discorso in numeri per facilitare chi non ha confidenza con i termini giuridici e i concetti economici possiamo sintetizzare che in caso di canone concordato la cedolare secca conviene nel caso in cui il reddito è di minimo 28.000 euro, mentre per i locatori a canone libero la convenienza si evidenzia già da un reddito superiore ai 15.000 euro, anche il limite dei 28.000 euro resta valido per avere davvero dei vantaggi consistenti.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 12 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*