Adozione a Distanza

L’adozione a distanza è nata per dare una risposta concreta ai bisogni dei bambini nelle parti più povere del mondo.

E’ possibile sostenere un bambino (o anche una famiglia) nei suoi bisogni primari (quali cibo, vestiario, assistenza medica) e mantenerlo agli studi o formarlo al lavoro. Tutto questo “a distanza”, grazie a una forma di adozione che può impegnare chiunque semplicemente versando una quota mensile o annuale per un determinato periodo di tempo.

L’aiuto viene dato a un bambino che continua a vivere nel proprio paese, accanto ai suoi genitori ed alla sua famiglia, o in un istituto. Grazie al contributo di chi adotta a distanza, ogni bambino può vivere e crescere con minori difficoltà.

Tutti possono adottare a distanza: il single come lo sposato, i conviventi come i separati. Non sono richiesti requisiti di età, di religione, di lingua, di condizioni economiche. Infatti il contributo economico del papà o della mamma che adotta a distanza varia a seconda dell’adesione che si sottoscrive.

Numerosi sono i progetti avviati per l’adozione a distanza sia da organismi statali e non statali sia da associazioni laiche o religiose ed interessano diverse aree del mondo. Tuttavia occorre prestare attenzione ed affidarsi ad associazioni riconosciute, per non incorrere nel rischio di essere truffati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*